A breve distanza dall’ultimo centro di lavoro acquistato a luglio 2019, oggi in azienda è arrivato il secondo centro di lavoro Doosan DNM 6700, però in versione “L”. La differenza sostanziale rispetto all’unità installata 4 mesi fa consiste nell’aumento della corsa sull’asse X, portata a 1500mm.

La PROMAC mantiene il suo parco macchine costantemente aggiornato, sostituendo i vecchi centri di lavoro con nuove unità per offrire la massima precisione e qualità possibile nelle lavorazioni meccaniche.

Anche questa macchina è in connessione diretta con l’ufficio tecnico e sfrutta la tecnologia CAD/CAM.

Il parco macchine PROMAC oggi conta un’unità in più, un nuovo centro di lavoro in risposta all’aumento di produttività e conforme allo standard di qualità offerto ai nostri clienti.

Il Doosan DNM 6700 è un centro di lavoro verticale a 3 assi di ultima generazione dotato di movimento su guide lineari. Grazie al magazzino automatico di ben 60 utensili di cui è dotato, il Doosan DNM 6700 è estremamente versatile e personalizzabile.

Anche questa macchina è in connessione diretta con l’ufficio tecnico e sfrutta la tecnologia CAD/CAM.

Finalmente, abbiamo il piacere di annunciare il debutto del nostro nuovo sito che, come potete notare, si presenta con una grafica attuale, elegante e di stile.

Siamo orgogliosi di comunicare che da oggi PROMAC sarà una SRL

Attività 1.2.a DGR n. 1233/2017. Pratica n.38702

Descrizione
Accesso al Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR 2014-2020
Il progetto P.R.O.M.A.C. è nato al fine di studiare i processi organizzativi aziendali attuali, i flussi logistici dei materiali e delle informazioni individuando le inefficienze e andando a  rimodularli in un’ottica di riduzione degli sprechi sfruttando quelle che sono le tecnologie dell’ IT disponibili sul mercato.

Contributi

Spesa ammessa : 151.747,72 Euro
Contributo : 60.699,09 Euro

Obbiettivi

Informatizzazione della produzione nell’ottica dell’industria 4.0 al  fine di migliorare la condivisione delle informazioni fra tutti gli attori coinvolti e ridurre i tempi di raccolta dati con la stessa.
Maggiore controllo dei flussi logistici dei materiali all’interno della produzione.
Aumento della velocità di trasferimento delle informazioni all’interno dell’azienda.
Miglioramento della fase di raccolta dati con riduzione della probabilità di errori da parte degli operatori.
Miglioramento della gestione del magazzino.
Riduzione degli sprechi
Riduzione dei lead-time

Risultati
Migliore controllo della produzione, maggiore affidabilità delle informazioni raccolte dalla produzione, riduzione dei tempi di lavoro non produttivi, aumento dell’efficienza aziendale. Nel medio-lungo periodo, aumento della capacità produttiva, riduzione dei costi, semplificazione del processo di inserimento di nuove figure all’interno dell’azienda.

Oggi in azienda si lavora ufficialmente il primo pezzo con la nuova fresatrice KAIROS, una macchina che aumenterà non di poco la flessibilità e la capacità produttiva della PROMAC.

Kairos di Zayer è la macchina a montante mobile, ideale per lavorazioni su elementi di grandi dimensioni, che garantisce massima flessibilità di lavoro. Con la sua grande precisione e la facilità di posizionamento del pezzo tipica di una montante mobile, l’unità si dimostra perfettamente a suo agio in tutte quelle lavorazioni di pezzi di medio-grande dimensione che richiedono però tolleranze strette, tipici di molti settori.

La macchina è stata equipaggiata con un banco fisso in ghisa monolitica della lunghezza di 10 metri. Linea diretta fra ufficio tecnico e macchina utensile grazie alla connessione 4.0 con massima implementazione della tecnologia CAD/CAM.

A pochi metri dalla vecchia sede, oggi si inaugura ufficialmente l’ingresso nei nuovi stabilimenti PROMAC.

Una struttura moderna di 2850m² coperti, un ambiente più ampio e luminoso del precedente dove le macchine utensili e gli altri reparti hanno tutto lo spazio operativo di cui necessitano. Realizzati anche i nuovi uffici amministrativi e tecnici, la mensa per i dipendenti, la zona scansioni e la sala riunioni.

Situata in Via Maroncelli n°29, nella zona artigianale di Manzano (UD), resta un punto di riferimento per tutti i professionisti del settore legno, come manutentore e produttore di macchinari per l’industria del mobile.

Attività 1.3.a DGR n.646/2016. Pratica n.23819

Descrizione
Accesso al Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR 2014-2020
L’iniziativa MATX: Soluzioni innovative per la meccanica strumentale mira a individuare una soluzione di natura tecnologica al problema delle scarse performance produttive dei macchinari Just in Time per la filiera del legno. A tal fine i partner FRIULMAC TECHNOLOGY e PROMAC avvieranno congiuntamente un progetto di indagine critica, studio e progettazione e sviluppo di nuovi ed innovativi sistemi e componenti in ogni contesto meccatronico.

Contributi
Spesa ammessa : 223.996,00 Euro
Contributo : 123.197,80 Euro

Obbiettivi
Consolidare e rafforzare il livello di competitività della filiera strategica metalmeccanica e dei settori strategici ad essa convergenti (es. sistema casa);
Incrementare il livello di conoscenza ed innovazione per le imprese partner e per del segmento manifatturiero di riferimento;
Individuare ambiti nuovi ambiti applicativi di sbocco rispetto al ambito tecnologico primario del progetto e valorizzarne lo sfruttamento futuro;
Consolidare e fidelizzare le collaborazioni con le aziende della filiera manifatturiera di riferimento in chiave strategico – operativa;
Consolidare e fidelizzare le collaborazioni con soggetti terzi qualificati;
Aumentare il livello di competitività aziendale ed occupazionale delle imprese partner coinvolte in “MATX”;
Diventare il punto di riferimento a livello internazionale per lo sviluppo di soluzioni innovative per il settore della meccanica strumentale per l’industria del legno;
Incrementare il livello tecnologico – innovativo e qualitativo e le performance dei prodotti immessi sul mercato
Acquisizione di un nuovo posizionamento di mercato, grazie ad un upgrade tecnologico;
Riduzione del time to market dei prodotti/servizi.

Risultati
Il progetto congiunto mira a individuare una soluzione di natura tecnologica al problema delle scarse performance produttive dei macchinari Just in Time per la filiera del legno. L’output finale consisterà nello sviluppo prototipale di sistemi intelligenti di tipo 4.0 per il Just in Time con elevata produttività per l’industria della lavorazione del legno, alluminio, plastiche e materiali affini.